EasyBlog

This is some blog description about this site

  • Home
    Home This is where you can find all the blog posts throughout the site.
  • Categories
    Categories Displays a list of categories from this blog.
  • Tags
    Tags Displays a list of tags that have been used in the blog.
  • Bloggers
    Bloggers Search for your favorite blogger from this site.
  • Team Blogs
    Team Blogs Find your favorite team blogs here.
  • Login
    Login Login form

Le statistiche 2011 del fotovoltaico in Italia

Posted by on in Fonti rinnovabili
  • Font size: Larger Smaller
  • Hits: 2487
  • 0 Comments
  • Subscribe to this entry
  • Print

fotovoltaico_italiaNel  corso del Solarexpo a Verona sono stati presentati dal GSE i dati del fotovoltaico relativi al 2011: numeri importanti indice che la strada seguita è quella giusta, ma il settore è a rischio con il  V° Conto Energia.

A livello mondiale il fotovoltaico ha coperto il 33% della domanda nel 2011, in Italia con gli oltre 340 mila impianti presenti la producibilità elettrica da fotovoltaico è stimabile in quasi 17 TWh/anno (solo 5 anni fa era di 0,039 TWh).

Il mercato italiano delle rinnovabili è passato da una potenza di 18,3 GW del 2000 (per il 91% rappresentata dalla fonte idroelettrica) a 41,3 GW nel 2011, con un incremento del 125%, con il 75% di questo aumento (23 GW) registrato solo negli ultimi 4 anni. La parte del leone l’ha giocata il fotovoltaico che oggi (fine 2011) rappresenta il 31% di questa potenza di energie pulite (l’idroelettrico passa a una quota del 43%). Se nel 2000 la produzione elettrica da fonti rinnovabili era di 51 TWh (mld di chilowattora), nel 2011 è arrivata a 84 TWh: questo differenziale di produzione, pari a 33 TWh, è dovuto pressoché totalmente a eolico, solare FV e bioenergie (oggi il 38% del totale).

Nel 2011 l’Italia ha installato 9.300 MW fotovoltaici, che includono però anche impianti per 3.500 MW compresi nel decreto ‘salva Alcoa’ (realizzati entro la fine del 2010 e allacciati in rete entro il 30/6/2011) e che hanno beneficiato degli elevati incentivi del 2° conto energia. La potenza FV annuale del nostro Paese ha rappresentato più del 33% di tutto il mercato mondiale del 2011 e quello italiano è diventato il primo mercato mondiale dell’anno davanti alla Germania che comunque conserva il primato per potenza cumula con 24.700 MW installati; l’Italia è seconda con 12.700 MW (a maggio 2012 ha superato 13.160 MW).

Una quantità di produzione che secondo l’Autorità per l’Energia e diversi analisti ha portato effetti nuovi sul sistema elettrico: prima dell'esplosione del fotovoltaico dell'ultimo anno alla Borsa elettrica c'erano due picchi di prezzo, uno di giorno, verso le 11 di mattina, e uno di sera, verso le 18-20. Ora il picco delle 11 di mattina è praticamente scomparso (anche se quello serale è stranamente aumentato di molto). La spiegazione è che il fotovoltaico, assieme alle altre rinnovabili, producendo a costi marginali nulli (non serve più   combustibile per dare un kWh in più), di giorno fa concorrenza alle centrali tradizionali e riesce a contenere il prezzo dell'energia. Si tratta dell’effetto peak shaving che nel 2011 ha fatto risparmiare 400 milioni di euro.

Circa il 65% della potenza degli impianti FV è connesso al settore industriale, una quota che cala al 13% sia per l’agricoltura che per il terziario; nel residenziale si scende al 9%.

In Toscana gli impianti al 14/05/2012 sono 18'426 per una potenza di 486 MW, mentre nella Provincia di Siena sono 1'369 (38 MW).

FV-italia-impianti-per-taglia-2010-2011

0

Salve! Sono Nicola Greco, svolgo la professione di geometra dal 2001 a Siena e mi occupo principalmente di risparmio energetico nel mondo dell’edilizia. Ho deciso di specializzarmi in questo settore sia per passione, sia perché profondamente convinto della necessità di realizzare edifici sempre più efficienti, confortevoli ed economici, intervenendo soprattutto nella riqualificazione dell’esistente, troppo spesso costruito con poca attenzione per l’aspetto energetico. Basti pensare che in Italia l'80% del patrimonio edilizio è stato realizzato tra il 1960 e il 1990, quando l'energia costava poco e non esisteva nessuna norma specifica che ne regolasse l’uso!  Negli anni, quindi, ho sempre più approfondito questo complesso ma importante settore, tenendomi aggiornato sulle tecnologie più all’avanguardia e frequentando costantemente corsi di formazione per rispondere ad ogni tipo di esigenza (ad esempio i corsi dell’Agenzia CasaClima e il conseguimento del 2° livello di operatore termografico). Chi si rivolge a me troverà competenza, professionalità e le migliori soluzioni per risolvere  ogni problematica della propria casa!


Contattatemi per un preventivo, un sopralluogo o anche per una semplice domanda!

Comments

  • No comments made yet. Be the first to submit a comment

Leave your comment

Guest Monday, 23 May 2022

I nostri partners

Richiedi un preventivo

Links Utili

ANIT logo

Dove siamo

Google Maps

Contatti

Tel. 0577 600591
Fax 0577 600591
Cell. 349 6537482
Email: info@studioproclima.it

Iscriviti alla newsletter!