Studio ProClima - Blog

Riqualificazione energetica ed energie alternative

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Team Blogs
    Team Blogs Trova il tuo blog collettivi preferiti qui.
  • Accesso
    Login Modulo Login

Il problema del davanzale passante nelle finestre

Inviato da il in Risparmio Energetico
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 12543
  • 3 Commenti
  • Iscriviti a questo post
  • Stampa

Parliamo di un dettaglio dell’involucro della casa troppo spesso tralasciato: il davanzale.
E’ uno dei punti critici della finestra perché, se mal realizzato, rischia di vanificare le prestazioni di un infisso nuovo (per il quale magari abbiamo anche speso diversi soldi) e di comportare delle consistenti dispersioni di calore.
b2ap3_thumbnail_davanzale.JPGPraticamente in tutti gli edifici esistenti (e talvolta anche in quelli nuovi..) è passante, ossia realizzato senza nessun tipo di taglio termico tra elemento interno ed esterno o addirittura costiuito da un’unica lastra di pietra.
Questo fa si che la soglia si comporti come una sorta di aletta di raffreddamento (come quelle dei motori), che permette un grande scambio di calore tra l’esterno e l’interno dell’abitazione e costituendo così un gravoso ponte termico, possibile causa di muffa e condensa, oltre che di maggiori consumi e minore comfort.
Per risolvere questo problema basterebbe adottare pochi e semplici accorgimenti, diversi a seconda del tipo di fabbricato e del tipo di intervento che stiamo eseguendo (edificio nuovo, ristrutturazione, cappotto esterno o interno..).
Ad esempio se deve essere realizzato un cappotto esterno va prevista la posa di isolante anche sotto il piano di posa del davanzale, in materiale che abbia una buona resitenza alla compressione (va benissimo un xps ad alta densità), da raccordare successivamente con il cappotto verticale e il giunto termico posto sotto il lato inferiore dell’infisso, in modo da dare continuità alla coibentazione (disegno di lato e immagine sottostante); stesso accorgimento può essere preso anche in caso di coibentazione interna.

In caso di interventi meno radicali (esempio la sola sostituzione delle finestre in un edificio recente) è comunque bene pensare almeno a migliorare la situazione esistente, anche semplicemente tagliando termicamente l’elemento esterno da quello interno mediante la posa di materiale isolante tra i due. 
Ovviamente, oltre al davanzale, per correggere interamente il ponte termico dell’infisso deve essere coibentato anche tutto il perimetro della finestra: questo argomento sarà trattato in maniera specifica in un altro articolo.

b2ap3_thumbnail_DSCF4434.jpg

b2ap3_thumbnail_DSCF3582.JPG

   

 

 

 

 

 

 

Lo Studio ProClima fornisce un servizio completo di consulenza e progettazione di interventi riqualificazione energetica e ristrutturazione

>> Contattaci per un preventivo o un sopralluogo gratuito!

0

Salve! Sono Nicola Greco, svolgo la professione di geometra dal 2001 a Siena e mi occupo principalmente di risparmio energetico nel mondo dell’edilizia. Ho deciso di specializzarmi in questo settore sia per passione, sia perché profondamente convinto della necessità di realizzare edifici sempre più efficienti, confortevoli ed economici, intervenendo soprattutto nella riqualificazione dell’esistente, troppo spesso costruito con poca attenzione per l’aspetto energetico. Basti pensare che in Italia l'80% del patrimonio edilizio è stato realizzato tra il 1960 e il 1990, quando l'energia costava poco e non esisteva nessuna norma specifica che ne regolasse l’uso!  Negli anni, quindi, ho sempre più approfondito questo complesso ma importante settore, tenendomi aggiornato sulle tecnologie più all’avanguardia e frequentando costantemente corsi di formazione per rispondere ad ogni tipo di esigenza (ad esempio i corsi dell’Agenzia CasaClima e il conseguimento del 2° livello di operatore termografico). Chi si rivolge a me troverà competenza, professionalità e le migliori soluzioni per risolvere  ogni problematica della propria casa!


Contattatemi per un preventivo, un sopralluogo o anche per una semplice domanda!

Commenti

  • Ospite
    Giuseppe Mercoledì, 27 Luglio 2016

    Salve Nicola, sto re Albuzzano un cappotto interno in fibra di legno ed argilla ma ho il problema delle soglie finestra passanti. Gli infissi sono stati gia sostituiti alcuni anni fa con materiale di buona qualità in pvc, incapsulando I vecchi infissi in legno. Come posso ridurre il ponte termico del davanzale in marmo dal momento che non posso operare la separazione fisica esterno/interno? Che materiali posso utilizzare per un eventuale rivestimento del bancale? grazie!!

  • Nicola Greco
    Nicola Greco Giovedì, 28 Luglio 2016

    Buongiorno Giuseppe
    un caso "classico" come il tuo, cioè intervento parziale sull'involucro dove le finestre sono già state sostituite in precedenza senza aver modificato i davanzali, è anche uno dei più complicati da risolvere, ma non impossibile!
    Il tipo di coibentazione interna che andrai a fare (ottimi materiali) indica che hai messo molta attenzione nella scelta e per ottimizzare l'intervento è molto importante correggere il ponte termico del davanzale
    La prima scelta è sempre quella della separazione fisica, con buona volontà ed attenzione si riesce a fare quasi sempre! Non è necessario rimuovere le finestre ma va demolita la parte interna fino ad almeno la metà dello spessore dell'elemento inferiore dell'infisso per poter inserire una striscia di isolante di 3 cm al quale va accostato il nuovo davanzale interno (peraltro facendo il cappotto interno andrà comunque adeguata la profondità del davanzale al nuovo spessore della muratura)
    In ultimo, ma solo per migliorare un pò lo stato attuale (meno efficace della separazione fisica) il bancale può essere rivestito con isolante tipo xps (2 cm, di più diventa troppo grosso) e rifinito in legno o metallo (materiali a basso spessore), il costo è sicuramente maggiore del primo intervento consigliato
    Chiaramente poi ogni caso è a sè e va visto nello specifico, spero di esserti stato di aiuto, se hai bisogno puoi mandare qualche foto su info@studioproclima.it
    Buona giornata!
    Nicola

  • Ospite
    Saverio Mercoledì, 25 Gennaio 2017

    Salve.io ho i davanzali passanti sotto finestra in 2 pezzi che al centro muro s'ingrociano e la soglia esterna Pisa su quella interna di 2 cm così posate fanno uquale dispersionie ed eventuali ponti termici.

Lascia il tuo commento

Ospite Lunedì, 24 Giugno 2019

I nostri partners

Richiedi un preventivo

Links Utili

ANIT logo

Dove siamo

Google Maps

Contatti

Tel. 0577 600591
Fax 0577 600591
Cell. 349 6537482
Email: info@studioproclima.it

Iscriviti alla newsletter!